search

Storia dell’Antico Convento

C’era una volta…

L’Antico Convento (già Convento Mincione) è una costruzione che risale al XII° secolo, quando regnò su molti ettari di vigneti, uliveti e terreni da pascolo dislocati sul lato ovest del Monte Acuto, un monte dell’Umbria centrale situato a ridosso della valle del Tevere e che domina la città di Umbertide.

Il Monte Acuto con la sua mole quasi conica alta 926 metri è posto in una zona che anticamente segnava il confine tra Umbri ed Etruschi. E’ probabile che chi ha costruito Il Convento conoscesse le proprietà magnetiche attribuite a questo monte, dal momento che verso la fine del VI sec. a.c. in cima al monte fu eretto un santuario d’altura dove veniva venerata una divinità.

E’ probabile che chi ha costruito Il Convento conoscesse le proprietà magnetiche attribuite al Monte Acuto… dove veniva venerata una divinità.

~ ~ ~
Un Convento del XIII° secolo…

Molto poco si sa dei primi abitanti del Mincione, tranne che qualcuno avrebbe inciso una croce in stile copto su un masso dell’arco maggiore risalente al 1.300. Un croce più piccola è stata scolpita forse dalla stessa persona e che potrebbe essere colui che ha costruito l’arco.

L’acqua era molto probabilmente attinta dal pozzo romano posto sul lato della strada che porta ancora oggi al Convento. La leggenda popolare racconta di un collegamento tra le cinque importanti strutture medievali della zona: la Chiesa di San Bartolomeo dei Fossi, il castello di Monestevole, il Palazzo degli Inquisitori a Preggio, il Convento Mincione e il Castello del Bisciaio che è stato utilizzato dai monaci nel Medioevo come casa che accoglieva i figli illegittimi abbandonati (“Bisci” infatti in dialetto umbro significa “bastardi”). Ma è una storia costruita sulle congetture… non ci sono documenti che ne dimostrino l’attendibilità.

~ ~ ~
Nella storia più recente…

Dal 1937 al 1967, il convento Mincione è stata la casa della famiglia Alunni, una grande famiglia di contadini che durante la guerra del 1942 – 1944, sopravvisse all’occupazione tedesca fornendo cibo ai soldati. I superstiti della famiglia Alunni abbandonarono la proprietà nel 1967 per trasferirsi a Perugia che in quegli anni, investita dal boom economico, vedeva sorgere nuove fabbriche. Per chi lavorava duramente nei campi dall’alba al tramonto avendo in cambio ben poco, la fuga in città rappresentava la via verso il benessere. Dopo anni di completo abbandono Il Convento venne acquistato da una signora americana che ne curò attentamente l’ammirevole ristrutturazione. Il resto è storia di oggi, ospitalità e attenzione e cura del luogo. E’ la nostra storia, e la vostra  se lo vorrete.

Il resto è storia di oggi. Ospitalità, amore per il bello, attenzione e cura del luogo. E’ la nostra storia, e la vostra se lo vorrete

* Guarda la presentazione dei 7 Appartamenti e della location

* Contattaci per richiedere maggiori informazioni e disponibilità

Ex Convento Mincione in Umbria

show main info show sidebar hide sidebar

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url